Archivio Mensile: dicembre 2018

Diritto societario: Amministratore quale dipendente ai sensi del diritto sociale e previdenziale

Gli amministratori che non detengono almeno il 50 % del capitale sociale devono versare i contributi previdenziali. Un’eccezione si applica solo se lo statuto prevede il diritto dell’amministratore con una partecipazione di minoranza di determinare le sorti dell’impresa, ad esempio con una minoranza di blocco. Tale principio, come deciso dal Tribunale sociale federale con sentenza […]
Pubblicato in Gesellschaftsrecht, Lettera ai clienti

Diritto societario: Sull’invalidità di delibere approvate in un’assemblea universale dei soci

Ai sensi della legge tedesca in materia di Srl, l’assemblea dei soci può deliberare solo se sono state rispettate le regole di convocazione o se tutti i soci sono presenti (§ 51 comma 3 GmbHG). In casi isolati, il socio di minoranza che vuole evitare le risoluzioni di un’assemblea spontaneamente convocata si trova di fronte […]
Pubblicato in Lettera ai clienti

Diritto di Famiglia: Il minore scrive al tribunale e anticipa la sentenza di affidamento

Un quindicenne scrive una lettera al giudice suggerendogli la sentenza di divorzio dei genitori. È successo a Firenze a novembre 2018. Il ragazzino ha scritto al giudice, chiamato a decidere sul divorzio tra il papà e la mamma, spiegando che “la sua vita è organizzata bene così, una settimana col papà e una settimana con […]
Pubblicato in Familienrecht, Uncategorized

Diritto di Famiglia: assegno di divorzio: ripristino della giustizia

La Cassazione a Sezioni Unite con sentenza n. 18287/2018  del 11.07.2018 ha posto fine al contrasto giurisprudenziale, che si era creato nell’ultimo anno in tema di assegno “divorzile” (di cui avevamo già informato i nostri lettori nei precedenti numeri della nostra lettera ai clienti) definendo i presupposti e i criteri per il riconoscimento dell’assegno, offrendo […]
Pubblicato in Uncategorized

Il calcolo dell‘indennità secondo le „tutele crescenti“ è parzialmente incostituzionale. Ecco il link ai motivi della sentenza.

SENTENZA N. 194 ANNO 2018   REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: Presidente: Giorgio LATTANZI; Giudici : Aldo CAROSI, Marta CARTABIA, Giuliano AMATO, Silvana SCIARRA, Daria de PRETIS, Nicolò ZANON, Franco MODUGNO, Augusto Antonio BARBERA, Giovanni AMOROSO, Francesco VIGANÒ, Luca ANTONINI,   ha pronunciato la seguente SENTENZA nel […]
Pubblicato in Uncategorized

Diritto di distribuzione: Agente di commercio: indennità di fine rapporto anche durante il periodo di prova

Con sentenza del 19.04.2018 (C‑645/16), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, in riferimento a una controversia francese tra una società e il suo agente, ha stabilito che l’esclusione di una richiesta di indennità di fine rapporto in caso di risoluzione del contratto durante il periodo di prova non sia conforme all’art. 17 della direttiva 653/86 […]
Pubblicato in Lettera ai clienti, Vertriebsrecht

Diritto di distribuzione: Rilevazione d’ufficio di un uso commerciale

Se una parte processuale afferma che una determinata forma di accordo relativa alla scelta del foro competente ai sensi dell’art. 25 del Reg. Bruxelles I bis corrisponde ad un uso del commercio internazionale, il giudice deve verificare tale circostanza al fini di valutare la propria competenza internazionale anche in mancanza di istanze probatorie (BGH, sentenza […]
Pubblicato in Lettera ai clienti

Diritto di distribuzione: Risarcimento del danno in caso di consegna difettosa

Per comprendere appieno il significato della decisione della Corte Federale tedesca del 9 maggio 2018 (BGH, VIII ZR 26/17) sarebbe necessaria un’ampia introduzione alla legge tedesca in materia di garanzia, cercheremo di essere brevi al riguardo. In Germania l’acquirente di un bene difettoso può valersi di molteplici diritti. Egli può recedere dal contratto di acquisto […]
Pubblicato in Lettera ai clienti, Vertriebsrecht

Peculiarità tedesche: nessuna trascrizione verbale

La Germania è agli occhi di molti italiani (ma anche del resto del mondo) un paese altamente tecnologico. Che le aspettative non possano sempre essere soddisfatte lo hanno constatato in particolare gli avvocati tedeschi con la faticosa introduzione di una posta certificata per le comunicazioni con il tribunale, che ora si spera funzionerà dopo diversi […]
Pubblicato in Lettera ai clienti

Privacy: GDPR in Italia: sanzioni in vigore solo dal 2019

Il governo italiano ha prorogato nel corso della seduta tenutasi l’08/08/2018 di 8 mesi la data prevista per l’applicazione delle sanzioni (fino a 20 milioni di euro o, nel caso di un’impresa, fino al 4% dell’intero fatturato mondiale totale annuo). Con ciò si è voluto seguire il modello francese. Evidentemente l’introduzione di rigide norme di […]
Pubblicato in Datenschutz, Lettera ai clienti

Website Dolce · LaudaImprintPrivacy dei Datiinfo@dolce.de