Certificazione energetica: le novità per gli immobili

È entrato in vigore lo scorso 29 marzo 2011 il D. Lgs. 28 del 3 marzo 2011 che ha apportato delle novità in materia di certificazione energetica. Ai sensi del nuovo comma 2-ter dell’art. 6 del D.Lgs. 192/2005 con esso modificato, nei contratti di compravendita o di locazione va inserita una clausola con la quale l’acquirente, nonché il conduttore, attesta di aver ricevuto le informazioni e la documentazione riguardante la certificazione energetica dell’immobile che va ad acquistare o locare. Per i contratti di locazione, la disposizione si applica solo se gli edifici o i singoli enti immobiliari sono già dotati dell’Attestato di certificazione energetica (ACE). La nuova norma non consente pertanto più di concordare una deroga alla consegna della documentazione sull´efficienza energetica. Secondo le indicazioni del Consiglio nazionale del notariato, il mancato inserimento di questa clausola nel contratto di compravendita o locazione non determina, al momento, la nullità del contratto. Dato quindi che non sono più consentite “deroghe consensuali” alla consegna della documentazione sull’efficienza energetica, le compravendite di immobili d’ora in avanti presupporranno, in linea di principio, che ogni fabbricato ne sia dotato e che l’acquirente abbia ricevuto la documentazione.

Questo articolo è stato pubblicato in Lettera ai clienti

Website Dolce · LaudaImprintPrivacy dei Datiinfo@dolce.de