Archivio Mensile: giugno 2009

Vendita forzata on line

Secondo un disegno di legge della Repubblica Federale tedesca, (BT Drucksache  16/12811), gli ufficiali giudiziari potranno in futuro servirsi di internet per la vendita  all´asta di beni pignorati. In merito a ciò sarà necessaria una modifica del cpc  tedesco.  Modernizzazione del diritto del bilancio  Dal 26.03.09 è entrata in vigore la nuova legge di modernizzazione […]
Pubblicato in Lettera ai clienti, Utile

Suggerimenti Internet

Il Center of transnational law (CENTRAL) presso l’Università di Colonia ha inserito un sito internet sul diritto transnazionale (www.trans-lex.org). Su tale sito si trovano informazioni utili sui principi del diritto commerciale transnazionale. Con l’entrata in vigore della legge sui servizi legali il monopolio degli avvocati tedeschi per le consulenze giuridiche è venuto meno. Le amministrazioni […]
Pubblicato in Lettera ai clienti, Utile

Recupero dell’IVA anticipata in caso di vittoria

Con sentenza n. 10336/2009 la Cassazione ha stabilito che la parte vittoriosa in giudizio potrà recuperare l’IVA anticipata al legale per le proprie competenze. La relativa sentenza di condanna al pagamento delle spese processuali obbliga la parte soccombente a rimborsare anche tale onere accessorio.
Pubblicato in Lettera ai clienti

L’inoltro di memorie per e-mail non salva i termini

La Corte Superiore Federale tedesca (BGH) ha confermato  con ordinanza dd. 04.12.2008 – IX ZB 41/08  che le memorie inoltrate per e-mail non possono  essere tenute in considerazione, poiché non risulta  rispettato il criterio della forma scritta. Per contro in  Germania è ormai ammesso da tempo l’inoltro via  fax.
Pubblicato in Lettera ai clienti

No alla politica dei prezzi bassi!

Un avvocato ha inviato un’offerta per e-mail relativa  al recupero di un credito, specificando – tra le  altre cose – quanto segue:  „In caso di successo, fatturiamo per un importo  sino a 3.000,00 Euro 5% della somma recuperata e  per importi a partire da 3.000,00 Euro 3% dell’importo  recuperato“.  La Corte Superiore Federale tedesca (BGH) […]
Pubblicato in Lettera ai clienti

Onere della prova per consulenza errata

Un commercialista ha offerto ad una società una consulenza errata, sostenendo che il guadagno derivante dalla vendita di un immobile fosse esentasse. In seguito alla vendita, la cliente ha dovuto poi pagare 300.000,00 Euro a titolo di imposte ed ha quindi agito in regresso nei confronti del professionista. La Corte Superiore Federale tedesca (Bundesgerichtshof), dopo […]
Pubblicato in Lettera ai clienti, Utile

Azione in regresso contro l’avvocato

La Corte di Cassazione ha deciso con sentenza  dd. 27.05.09 n. 12354/09 che il cliente che è stato  avvisato solo con ritardo dal proprio legale sulle possibilità  di appellare una decisione a lui sfavorevole,  non possa fare valere alcun risarcimento del danno  basato sulla mera „perdita di chance“ di appellare la  sentenza. L’astratta possibilità di […]
Pubblicato in Lettera ai clienti, Utile

Ammenda amministrativa contro i cittadini stranieri

La Corte di Appello di Hamm ha deciso con ordinanza  dd. 02.10.2008 (19 W 21/2008) che non si  può sanzionare la mancata personale comparizione  di un cittadino straniero dinanzi ad una Corte  tedesca con il pagamento di un’ammenda amministrativa.  Ciò vale sia per cittadini extracomunitari  che appartenenti all’Unione Europea. Di conseguenza,  anche i cittadini italiani […]
Pubblicato in Lettera ai clienti

Parcelle finanziate

L’ordine degli avvocati di Venezia ha concluso il  primo accordo in Italia con una banca per consentire  ai clienti dei professionisti veneziani di pagare le  parcelle a rate e a condizioni di favore. L’Ordine veneziano  e banca Carige hanno formalizzato un’intesa  che consentirà ai clienti interessati di recarsi presso  le filiali del gruppo dove, presentando […]
Pubblicato in Lettera ai clienti

Solo il ricovero ospedaliero configura un impedimento assoluto a comparire in udienza

Il certificato medico per una malattia che ha  costretto a casa l’avvocato è assolutamente ininfluente:  il rinvio dell’udienza è possibile solo se l’assenza  del difensore è giustificata da gravi patologie  alle quali segue un ricovero in ospedale.  (Cassazione, Sezione terza, sentenza n. 5496/09;  depositata il 9 febbraio)
Pubblicato in Lettera ai clienti

Website Dolce · LaudaImprintPrivacy dei Datiinfo@dolce.de